Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

"Benvenuta raccolta porta a porta". Conferenza cittadina raccolta differenziata porta a porta.

Mercoledì 16 novembre pv alle ore 17.00 nella sala convegni del castello Caracciolo, si terrà una conferenza cittadina sull'avvio del servizio di raccolta differenziata porta a porta.

Dettagli della notizia

“Benvenuta raccolta porta a porta”. Al via la campagna di comunicazione per l’avvio del servizio di raccolta differenziata porta a porta nel Comune di Cellamare.
La campagna sarà realizzata dal Comune in collaborazione con la Lombardi Ecologia con l’obiettivo di svolgere un’azione di formazione ed informazione su tutto il territorio comunale.
Ben presto, dunque, spariranno i cassonetti stradali per lasciare spazio al kit composto da quattro contenitori, di diverso colore, che accoglieranno i rifiuti ben differenziati e che saranno consegnati ad ogni famiglia. L’organico verrà raccolto nel contenitore marrone, carta e cartone nel contenitore bianco, plastica ed alluminio nel contenitore giallo e l’indifferenziato nel contenitore grigio.
Giornalmente, entro le ore 6:00, dal lunedì al sabato, secondo un calendario prestabilito, i cittadini dovranno esporre fuori le loro abitazioni il contenitore per ritirarlo nell’arco della stessa giornata di raccolta. “Sopravviveranno” per strada esclusivamente le “campane” per la raccolta del vetro, i contenitori per la raccolta degli indumenti usati ed i raccoglitori di pile e farmaci scaduti presso i rivenditori. “In questi anni Cellamare è sempre stata tra i comuni della provincia di Bari con la più alta percentuale di raccolta differenziata, ha evidenziato il Sindaco Laporta. Questo risultato non è venuto a caso ma è la conseguenza di tutta una serie di iniziative che hanno portato i cittadini di Cellamare ad una maggiore consapevolezza dell’importanza di separare i rifiuti. Diverse le campagne di sensibilizzazione che hanno visto in primis il coinvolgimento degli alunni dell’Istituto Comprensivo Statale Ronchi nella convinzione che i ragazzi possano divenire efficace veicolo di comunicazione ed insegnamento nei confronti degli adulti. Bisogna continuare a sensibilizzare i cittadini sulla raccolta differenziata ed sul riciclo dei rifiuti, ha sostenuto il sindaco, che certamente contribuiscono a conservare le risorse naturali, a vantaggio nostro e delle generazioni future. Riutilizzare i rifiuti contribuisce a restituirci e conservare un ambiente più sano, senza tralasciare che il raggiungimento di un’adeguata percentuale di raccolta differenziata permetterebbe anche un contenimento della tassa rifiuti”. “Cellamare può e deve raggiungere quanto prescritto dalla normativa vigente in materia di rifiuti e divenire un buon esempio, ha aggiunto il vicesindaco Michele Desantis, con delega all’ambiente e principale promotore della raccolta porta a porta. Dunque la cittadinanza è chiamata ad una sfida nuova e stimolante: separare correttamente i rifiuti prodotti in casa ed aumentare la percentuale di raccolta differenziata nella nostra cittadina. Con il nuovo sistema, continua Desantis, ogni cittadino diverrà responsabile dei propri rifiuti; pertanto, allo scopo di accompagnare i cittadini nel passaggio al nuovo servizio, contestualmente alla consegna del kit (buste e bidoni), sarà recapitato a tutte le utenze domestiche un ecocalendario annuale di raccolta che conterrà informazioni sugli orari e sulle modalità di raccolta delle diverse frazioni nonché consigli utili per differenziare correttamente i rifiuti”. “Un ulteriore impulso alla raccolta differenziata, conclude il vicesindaco, deriverà dalla realizzazione nel territorio comunale di Cellamare dell’impianto di compostaggio dell’ATO BA/5. Infatti il comitato esecutivo dell’autorità di bacino ha recentemente approvato all’unanimità lo studio di fattibilità di tale impianto per il quale la Regione Puglia ha stanziato 6milioni di euro”.

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina